Giornata finale

Under 18

Finale 1° e 2° posto: Vis Nova Roma – Bk Ferentino 60-59 (19-15, 36-29, 51-40)
Vis Nova: Butteroni 6, Fiorucci 13, Frosecchi 6, Lucarelli 17, Maio, Palandrani 9, Podeschi, Telesca, Chiesa, Lauro 9, Del prete. All. Benassi
Ferentino: Dell’Uomo 2, Suriano 6, Capuani 15, Mastrangeli 12, Datuowei 7, Stirpe 3, Stazi 2, Aatata 9, Flaviani, Lauretti, Renzi 5. All. Iacozza

Finale tutta laziale per la Under 18, con una partenza migliore della Vis Nova capace di tenere un piccolo ma costante vantaggio per tutto il primo quarto. Allungo che giunge solamente dopo la mini-pausa, Lauro chiude un parziale di 7-0 che porta al 26-17. Bomba repentina di Ferentino che fa il bis per il -4 ma deve subire due tiri dai 6.75 della Vis Nova che vanificano il tutto. Il 36-29 dell’intervallo lascia comunque ogni scenario aperto.
Sostanzialmente invariata la situazione nella ripresa, la Vis Nova trova le soluzioni ad alta percentuale che Ferentino non ha, appoggiandosi solo alle iniziative personali di Aatata e Capuani. La doppia conclusione da tre punti al minuto 27 spacca in due la gara, capitolini che mettono sedici punti tra loro e gli avversari amaranto. Arriva a questo punto il canestro liberatorio di Ferentino (51-38), Capuani non conclude un gioco da tre punti ma restituisce brio all’ultimo quarto.
La Vis Nova infatti mette a referto solo due punti e Ferentino avrebbe la ghiotta chance di riaprirla definitivamente, sciupando due liberi su tre al 34° (53-47). Ci pensa Mastrangeli a rimettere i suoi ad un solo possesso di distanza, con il pareggio che arriva pochi istanti dopo sempre dalla lunga distanza (Renzi 53-53). Il pallino del gioco resta ai ciociari, Datuowei si divora il sorpasso riscattandosi in lunetta a tre minuti dal termine, incubo per la Vis Nova allontanato da Lauro (54-53). Replica Aatata ma nr.1 romano concede il bis per il +1, a questo punto due sanguinose perse danno campo libero a Capuani per il 57-58 a favore di Ferentino a 43 secondi dalla fine. Finale spettacolare, Datuowei può fare +3 ma sbaglia il secondo libero e su azione seguente al rimbalzo Lucarelli infila la tripla del sorpasso a 4 secondi dall’epilogo. Ferentino ci prova ma senza fortuna, il trofeo va alla Vis Nova.

Finale 3° e 4° posto Pall. Palestrina – Kadrina Karud 66-78 (14-24, 31-41, 44-59)
Palestrina
: Petri 3, Rossi, Pochini 12, Moretti 2, Bolozan 8, Cecconi 8, Magistri 6, Sale 4, Cupellini 4, Scarozza 18, Iaia 1. All. Miglio
Kadrina: Ling 13, Martinson, Henrik, Lons 7, Toomejoe, Meremaa 10, Veide 2, Must 13, Toming 2, Konontsuk 13, Mets 16, Maurel 2. All. Raivo

Under 14

Finale 1° e 2° posto: Scuba Frosinone – Urania Milano 52-76 (15-19, 29-34, 37-55)
Frosinone: Schiavetta, Lesdi 13, Lepre 3, Comerci, Bracaglia , Lepore, Iaboni 15, Testani , Bertini, Di Iorio 12, Minna 9. All. Di Salvatore
Urania: Rezzoli 2, Bevivino 4, Calcagno 17, Conti 2, Granato 8, Manganini 11, Pavesi , Petix 2, Ciccarelli 14, Lazzarone, Faccini 16. All. Schiavi

Primo tempo della finale U14 che rispecchia le attese delle due squadre regine del torneo. Sostanziale equilibrio ma con continui strappi, la prima a rompere il ghiaccio è l’Urania che costruisce il 9-19 con un parziale di 10-0 ma reagisce immediatamente Frosinone capace di restituire pan per focaccia e andando sopra di due lunghezze. Negli ultimi cinque minuti del secondo quarto torna prepotentemente alla ribalta la squadra milanese che riallarga la forbice, fino al canestro sulla sirena dei ciociari che limita i danni.
L’inerzia continua a premiare l’organizzazione dell’Urania che da seguito ai tentativi di allungo presentandosi nuovamente con un +10 nei frangenti iniziali della ripresa. La fuga viene certificata nei minuti successivi con una tripla quasi sulla sirena (37-55) che fiacca le speranze dello Scuba. Tripla che arriva anche in apertura di ultima frazione consegnando quasi anticipatamente la coppa ai lombardi. In pieno spirito del memorial la gara però è combattuta fino all’ultimo con il sussulto d’orgoglio dello Scuba a cui non riesce di raddrizzare le sorti. La vittoria finale è nelle mani dell’Urania che alza il trofeo con un inattaccabile 76-52.

Finale 3° e 4° posto:  SMG Latina – STS Sezze 66-73 (15-24, 36-43, 47-58)
SMG: Guratti 15, Diglio 10, De Francia 17, Bagni 18, Moliterno, Tei 2, Bertin , Di Palma, Piovesan , Penci , Margiotta 4. All. Favari
Sezze: Pellegrini 3, Rosella 16, Marchionne 34, D’Ascanio, Mirabella 11, Castrucci 6, Bernasconi , Luccone 3. All. Costantino


GARA TIRO DA TRE PUNTI

ARTUR KONONTSUK (KADRINA) 42 PUNTI IN 60 SECONDI
AATATA (FERENTINO) 27 PUNTI IN 57 SECONDI
ORENZE (URANIA) 23 PUNTI IN 55 SECONDI
PETRI (PALESTRINA) 9 PUNTI IN 46 SECONDI
LUCARELLI (VIS NOVA) 9 PUNTI IN 53 SECONDI


PREMIO ALETTI UNDER 14 SCUBA FROSINONE
PREMIO ALETTI UNDER 18 FMC FERENTINO
PREMIO POLIDORI UNDER 14 CICCARELLI (URANIA MILANO)
PREMIO POLIDORI UNDER 18 LAURI METS (KADRINA KARUD)

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi